A Sud del Paradiso, una serie lesbo d’annata



Oggi vogliamo rispolverare una serie tv a tematica lesbo del 2005. Si tratta di ‘A Sud del Paradiso’ (titolo originale ‘South of Nowhere’), che a suo tempo fece non poco scalpore. Per carità, nulla di politicamente scorretto, ma forse era una delle prime volte che una tematica considerata così ‘delicata’, veniva espressa all’interno di una storia di adolescenti fatta per adolescenti. Si, perché questa serie parla di una famiglia che si trasferisce dalla provincia nella grande Los Angeles. Questa famiglia (i Carlin), hanno tre figli, di cui un ragazzo di colore adottato e una figlia adolescente che scopre di essere lesbica. Tutte le tre stagioni di ‘A Sud del Paradiso’, si concentrano sulle difficili relazioni tra teen ager: i loro turbamenti, il rapporto con i compagni di scuola e le dinamiche non proprio felici che in quel luogo –e a quell’età- si devono affrontare, il rapporto con gli adulti che –quasi sempre- non comprendono ciò che si agita nella loro anima. E soprattutto, le prime pulsioni sessuali, l’attrazione verso alcuni anzinchè verso altri. Facciamo così la conoscenza di Spencer Carlin, ragazza posata e studiosa che, fin dai primi giorni nel suo nuovo liceo di Los Angeles si imbatte in Ashley Davis, ragazza molto anticonvenzionale che non nasconde minimamente la sua bisessualità –con accentuata preferenza nei confronti del gentil sesso…-. Spencer si sente subito attratta da questa sua nuova amica, dal suo temperamento e non può fare a meno, a un certo punto, di indagare in maniera profonda i suoi desideri. Forse anche a lei piacciono le donne…? Chi non ha visto la serie in questione, naturalmente non conosce la risposta a questa domanda, ma possiamo solo dirvi che, alla fine, Spencer troverà la sua strada e sarà felice (d’altronde, è una serie tv a tematica lesbo, no?).

 

 

Cattura