Batwoman e Maggie: il matrimonio non si farà



Dopo l’annuncio, dato lo scorso mese di febbraio, c’è il dietro front da parte della casa editrice DC Comics. Stiamo parlando del matrimonio tra Batwoman (cioè l’affascinante Kate Kane) e Maggie, che sarebbe dovuta avvenire all’interno del fumetto che le vede protagoniste. Non si conoscono ancora le reali motivazioni per le quali, la suddetta casa editrice, abbia deciso di dire ‘no’ a questo matrimonio gay, fatto sta che l’auto-licenziamento dei due disegnatori del fumetto la dice lunga… J.H Williams e W. Haden Blackman, che da diversi mesi stavano lavorando alla stesura dell’episodio che conteneva queste nozze, non hanno di certo preso bene la notizia e, dopo essersene andati, hanno aperto un blog dove spiegano le loro ragioni e i motivi che, secondo loro, avrebbero portato la Dc Comics a imporre il divieto.

 

Ecco uno stralcio di ciò che si legge su questo blog: “Sfortunatamente, in questi mesi, la casa editrice DC, ci ha chiesto di alterare o di eliminare completamente, diverse parti della storia. Sentivamo che ciò avrebbe compromesso sia il personaggio, che l’intera serie. [...] Infine ci hanno proibito di mostrare il matrimonio di Kate e Maggie. Tutte queste decisioni sono arrivate all’ultimo minuto e dopo più di un anno di lavoro e pianificazione della trama e del finale”. E ancora: “Abbiamo sempre saputo che, nonostante il nostro amore per questo personaggio, Batwoman appartiene alla DC. Tuttavia, i cambiamenti che sono avvenuti nell’arco di undici ore, ci hanno lasciati frustrati e arrabbiati, perché ci hanno impedito di raccontare le migliori storie che avremmo potuto disegnare.

 

Perciò abbiamo deciso di lasciare il fumetto dopo il numero 26. Siamo affranti, ma siamo certi che voi meritate delle storie che spingano avanti il personaggio e la serie. Non possiamo fare bene il nostro lavoro, se i nostri piani sono scartati all’ultimo minuto, perciò ci facciamo da parte”.

 

Cattura