D.E.B.S Spie in Minigonna Film, recensione



Quest’oggi parliamo di un divertente film a tematica lesbo dal titolo D.E.B.S – Spie In Minigonna (2004). Si tratta di una pellicola del genere commedia, che contiene gli stilemi del movie action e, come era nei chiari intenti della regista e sceneggiatrice Angela Robinson, si presenta come una sorta di parodia di Charlie’s Angel, format al quale al contempo la sceneggiatura si ispira.

 

La storia racconta le vicende di quattro studentesse che stanno per raggiungere il diploma presso una segretissima accademia dove si studia per diventare spie di professione.

 

Tra varie vicissitudini e ‘missioni’ segrete, il gruppetto si troveraà a dover sorvegliare Lucy Diamond, un genio del crimine. Durante le delicate fasi di pedinamento e spionaggio vero e proprio, Amy, una delle ex studentesse dell’accademia ormai diventata a tutti gli effetti ‘spia’, si ritroverà faccia a faccia proprio con quella che rappresentava il soggetto di studio della sua tesi, cioè Lucy.

 

Tra le due scatta un colpo di fulmine ma in quel momento, a causa dei rispettivi ruoli che evidentemente non possono coesistere in certe condizioni, Amy e Lucy sono costrette a disperdersi momentaneamente. Ma Lucy non demorde e fa di tutto per cercare di ritrovare la donna di cui ormai si è innamorata perdutamente.

 

E, in effetti, proprio grazie al suo ‘particolare’ lavoro, Lucy riuscirà ad attrarre l’oggetto dei suoi desideri che, a quel punto –innamorata anche lei- non potrà fare altro che seguirla. Il film è abbastanza carino, ma tutto sommato senza troppe pretese, tant’è che a suo tempo, la critica non lo osannò più di tanto. In ogni caso, una commedia tranquilla con la quale passare un’ora e mezza in spensieratezza.