Il passato lesbo del nuovo sindaco di New York



Bill De Blasio è il nuovo sindaco di New York, una città sicuramente piena di contraddizioni, ma di certo una metropoli che da un po’ di tempo –grazie soprattutto alle amministrazioni che l’hanno governata- ha saputo diventare un esempio di civiltà, riconoscendo diritti a tutti i suoi cittadini.

 

De Blasio ha una moglie, Chirlane McCray, conosciuta nel 1991 e sposata nel 1994, da cui ha avuto due figli. Una coppia inter-razziale, che mostra ben più di un carattere progressista: come fa sapere ‘Politicker’ (e come riportato fra l’altro anche sul sito del nuovo sindaco, nella biografia della moglie che ha partecipato in maniera attiva alla campagna elettorale), Chirlane McCray in passato è stata lesbica. La moglie del sindaco De Blasio infatti, ha fatto addirittura parte di un gruppo di femministe lesbiche nere chiamato ‘Combahee River Collective’, attivo dal 1974 al 1980. Proprio in quegli anni, la McCray ha scritto un saggio intitolato inequivocabilmente ‘Sono una Lesbica’ (del 1979), all’interno del quale la donna racconta la sua esperienza omosessuale, definendo la sua omosessualità in termini sicuramente positivi. Un’omosessualità vissuta senza drammi né traumi, senza isolamenti né discriminazioni.

 

Ma dopo il suo attivismo in ambito lgbt, c’è un buco di parecchi anni, dei quali la moglie del sindaco pare non voglia parlare. Dal 1979 al 1991, anno in cui ha conosciuto il suo attuale marito, Chirlane McCray pare sia caduta in un buco spazio-temporale: da lesbica dichiarata a ‘ho incontrato l’amore della mia vita’. Anni di cui non si sa nulla. Di certo, si sa che al matrimonio con il neo-sindaco De Blasio, c’erano testimoni gay…

 

de_blasio_moglie