Il primo uomo incinto divorzia, ecco perché



Ricorderete sicuramente il caso di Thomas Beatie, il primo ‘uomo incinto’ al mondo che, qualche anno fa, riempì la cronaca dei giornali di tutto il mondo. Ebbene, oggi la notizia è che Thomas sta divorziando da sua moglie, Nancy (quella per intenderci, con la quale ha cresciuto i loro tre figli –tutte gravidanze portate a termine da lui-). Ma, se qualcuno ancora si stesse ponendo delle domande circa la conduzione familiare di questa coppia, adesso non ci sono più dubbi: Thomas e Nancy hanno gli stessi problemi che può incontrare una qualsiasi altra coppia definita ‘tradizionale’. I problemi che hanno portato Thomas a chiedere il divorzio infatti, pare che derivino da alcuni incontrollati –e a quanto pare incontrollabili- atti di violenza che la moglie gli ha rivolto. Violenze gratuite quindi, sia fisiche che psicologiche, che avrebbero portato il primo uomo incinto a dire basta ad una relazione nociva, soprattutto per i figli. Nei documenti redatti per il divorzio, Thomas parla esplicitamente di pugni allo stomaco arrivati a ciel sereno nel cuore della notte, mentre dormiva –ovviamente sferrati da sua moglie-, oppure di insulti, spinte e calci ai genitali, quando lui ha cercato di impedire a lei di portare i bambini a scuola in uno stato di ‘visibile intossicazione’. Dal canto suo, vista la grande rilevanza che questa coppia ha avuto negli ultimi anni, Nancy non se la sente proprio di tacere e rimanda al mittente tutte le accuse che gli sono state rivolte, asserendo che tra i due, chi avrebbe picchiato, insultato ed aggredito non è stata lei, bensì lui. Insomma, problemi –gravi per carità- ma che molte coppie purtroppo sono costrette ad affrontare. Speriamo quantomeno che, per amore dei bambini –frutto di un vero e proprio ‘miracolo’-, Thomas e Nancy possano trovare un accordo, un punto di contatto, qualcosa che in qualche maniera ponga fine a questa situazione e riporti la serenità.