Lady Gaga appello contro la Russia



In Russia continua la politica scellerata del governo contro gli omosessuali. E da più parti del mondo, non mancano appelli ed operazioni volte a sensibilizzare circa questa drammatica situazione, nella speranza che la Russia possa decidere di fare un passo indietro. Tra i personaggi noti che stanno lanciando appelli, c’è anche Lady Gaga. Non è la prima volta che la pop star si esprime rispetto la legge contro la ‘propaganda omosessuale’ russa, ma questa volta –dopo aver già difeso le Pussy Riot- ha deciso di prendere una posizione ancora più palese rispetto le severe ed oppressive leggi russe. Dalle sue pagine ufficiali dei più diffusi social network, Lady Gaga ha subito fatto capire da che parte sta: “LGBT russi non siete soli. Lotteremo per la vostra libertà”. Poi, la pop star ha voluto anche lanciare un provocazione piuttosto chiara nei confronti del Governo russo, facendo chiaro riferimento a quanto accaduto durante il concerto che lady Germanotta ha tenuto proprio in Russia. In quell’occasione, il governo locale le ha ricordato che la pop star stava utilizzando un visto turistico anziché per scopi commerciali, e questo andava sicuramente contro le leggi russe, tanto che da quelle parti Lady Gaga potrebbe incappare in sanzioni piuttosto serie. La cantante ovviamente non ha potuto tacere davanti a questo colpo basso –che sicuramente si lega anche al fatto che lei ha da sempre palesemente sostenuto i diritti lgbt-, e dai social network scrive: “Russia perché non mi hai arrestato quando potevi? Forse perché non volevi dover rispondere al mondo?”.

 

Cattura