Le lesbiche non esistono, un documentario che fa discutere



‘Le Lesbiche Non Esistono’. E’ questo il titolo di un interessante documentario che porta la firma di Giovanna Selis e Laura Landi. Il progetto si prefigge lo scopo di indagare, attraverso interviste a diverse coppie lesbiche, un mondo che solitamente vuole essere reso volutamente ‘invisibile’. L’universo delle donne omosessuali che, sciolta ogni riserva dettata dal pregiudizio, si rivela essere incredibilmente simile a quello di chiunque altro. Ed è proprio di questa ‘normalità’, di queste vite vissute in maniera limpida e pulita che la società spesso e volentieri ha paura. Ciò che si teme sono due donne che si amano? Allora ecco che le due registe toscane ci mostrano il senso dell’amore tra donne. Un amore che però non è privo di ostacoli… A partire dalle famiglie, vero embrione della società, che continuano ad avere paura dell’omosessualità, in alcuni casi arrivando anche ad ostacolare il normale processo di evoluzione affettiva, emotiva e sessuale delle proprie figlie. Per fortuna, nel documentario vengono proposte anche molte situazioni positive, nelle quali invece si racconta di famiglie che, dopo i primi momenti di difficoltà, hanno imparato ad amare e riconoscere le proprie figlie come lesbiche. Che le lesbiche esistano è un dato di fatto. Ma quel titolo così provocatorio, quasi ‘assoluto’ e perentorio, fa si che, prima ancora di lasciarsi rapire dalle immagini, lo spettatore si ritrovi faccia a faccia con la propria natura omofoba. Insomma, un documentario che sicuramente è in grado di parlare efficacemente non solo ad un pubblico lesbo, ma anche e soprattutto a quello etero… E di questi tempi non è poca cosa…

 

Cattura