Lip Service Stagione 2: anticipazioni



E’ incominciata da una manciata di settimane e già si sta volgendo al termine… Parliamo della tanto attesa seconda stagione del telefilm Lip Service. La serie tv, che si compone di sole 6 puntate, all’inizio fu pubblicizzata come la risposta europea a The LWorld. Ma, fin dalla prima serie di Lip Service, ci si è subito resi conto che, a differenza del telefilm americano, questa appariva molto meno ‘glamour’. Per intenderci, nulla da ridire su The LWorld: la sua ‘venuta al mondo’ ha segnato una vera linea di rottura tra alcuni contenuti tradizionali e la voglia di rappresentare un mondo ai più sconosciuto. Di fatto, The LWorld ha sdoganato in tutto il mondo la figura della lesbica in tv, tentando di squarciare quel velo di ipocrisia che spesso ammanta la nostra società. Ma, come accennato poc’anzi, se una pecca il serial statunitense ce l’ha, è proprio quella di mostrare delle lesbiche un po’ troppo ‘patinate’, sempre bellissime, di successo (nel lavoro o nella vita affettiva). Cosa che non sempre attiene al mondo reale. Ma forse, ciò che ci ha fatto amare Th LWorld è stato proprio questo: il fatto che facesse sognare, rimandandoci una realtà che, seppur appartenente decisamente più alla cultura a stelle e strisce che alla nostra, per sei stagioni ci ha regalato forti emozioni. Lip Service è più vicino a noi, diciamocelo. Qui le lesbiche sono carine, ma non perfette. Sono donne che vivono non pochi turbamenti, e il tutto –a parte alcune situazioni un po’ forzate- hai la sensazione che sia più vicino a te, al tuo mondo. Questa seconda stagione poi, diventa subito un po’ troppo ‘drammatica’. Senza stare a svelare troppo, deve esserci stato molto coraggio, da parte degli autori, nel far sparire uno dei personaggi principali –sui quali praticamente si reggeva tutta la storia- fin dalla seconda puntata… Una scelta coraggiosa comunque, che fa emergere una grande voglia di non mostrare un universo lesbo troppo ‘edulcorato’, ma semmai più aderente alla realtà. Poi, in quei personaggi ci si può riconoscere o meno… In ogni caso, a noi la serie è piaciuta.