Love is all you need? Cortometraggio lesbico



Forse potrebbe davvero aprirsi un’era in cui le persone iniziano a prendere profondamente coscienza che l’omofobia è sbagliata, ed è violenza a tutti gli effetti, che provoca dolore e, in casi particolarmente drammatici, anche la morte di persone innocenti –‘colpevoli’ solo di amare una persona dello stesso sesso…-.

Iniziano a fioccare quindi tutta una serie di progetti video che hanno l’intento di porre alla luce sia le ingiustizie di cui moltissimi gay in tutto il mondo sono costretti a subire, ma al contempo raccontare di un tipo di amore che, nelle emozioni e nelle modalità con cui si esprime, è esattamente uguale a tutti gli altri.

Questa duplice tematica è ciò intorno al quale si imperna un cortometraggio americano dal titolo ‘Love Is All You Need?’. E’ il racconto breve, lo spaccato di un’adolescente di nome Ashley che sicuramente darà molto da pensare. Ashley è una ragazzina allevata da una famiglia americana che le ha insegnato tutti i giusti valori per crescere bene.

Ma quando a scuola si innamora di un suo coetaneo, paradossalmente Ashley si sente un po’ confusa: la sua famiglia infatti, seppur l’ha educata al meglio, è composta non da un papà e una mamma, bensì da due mamma (e due nonni, due zii e un fratellino più piccolo). Nella sua immagine di ‘famiglia perfetta’, la ragazzina quasi vacilla!

Un mondo ‘gay’ nel quale lei si appresta a seguire invece una linea sentimentale ‘etero’. Appare quasi come un paradosso, ma è proprio questo suo essere eterosessuale in un –suo- mondo gay che la renderà vulnerabile agli attacchi dei soliti coetanei bulli, cresciuti a pane ed idiozie. Ashley diventa il bersaglio ideale di violenze verbali e fisiche e il tutto –come purtroppo spesso accade nella realtà…- finisce in maniera tragica. Speriamo che, anche questo piccolo film, possa contribuire alla sensibilizzazione verso l’attuale problema dell’omofobia nel mondo.