My Summer of Love, un film generazionale



My Summer of Love è un film del 2005 diretto da Paul Pawlikovsky. Tra le interpreti spicca una “cattivissima” Emily Blunt ed una “campagnola” (in senso buono),  Nathalie Press. Completano il cast Paddy Considine e Dean Andrews.
Mona è una tranquilla ragazza che vive in un villaggio dello Yorkshire assieme al fratello, un fanatico religioso ex alcolista. Durante una passeggiata, Mona incontra Tamsin, un’affascinante ragazza che sta passando le vacanze estive nel villaggio e che da subito eserciterà una forte influenza su Mona.
Le due diventano amiche, un’amicizia-riparo che prenderà sempre più le sembianze dell’amore. Mona e Tamsin sono però due ragazze molto diverse tra loro, con visioni del tutto proprie e univoche sulla vita e sui sentimenti. E non sempre, il volto duro e menzoniero di Tasmin, riuscirà ad incontrare quello puro e trasparente di Mona.
Le due arrivano spesso allo scontro e la loro “relazione”, infastidita anche dal fratello di Mona, farà da filo rosso a tutto l’arco narrativo del film, sempre delicato e mai eccessivo.
Le performances attoriali del cast sono senza macchia, perfettamente riuscite ed in tema con la struttura narrativa poetica e drammatica del film.
My Summer of Love è un film originale e con qualche colpo di scena notevole, la fotografia è altresì molto curata e ne esce dunque una pellicola ben fatta e decisamente da vedere.
Un film generazionale dunque, in grado di mettere luce su molti aspetti delle giovani ragazze che si preparano a diventare donne.
Consigliato!