Papa Francesco e i gay, il grazie di Imma Battaglia



Papa – Consigliera Battaglia (Sel): ‘VORREI INCONTRARE PAPA FRANCESCO PER DIRGLI GRAZIE!’

 

Dichiarazione della consigliera comunale Sel Imma Battaglia

 

‘Papa Francesco, con la sua luce essenziale e gentile che tanto ci ricorda il santo del Cantico delle creature, sta portando avanti una rivoluzione silenziosa. Mostrando l’umiltà al posto dell’opulenza, la semplicità in luogo dell’ostentazione e deponendo parole di buon senso nel cuore della dottrina, ci sta restituendo preziosi modelli positivi, di cui il nostro mondo – lacerato dalla crisi e dalle sue contraddizioni – percepiva l’urgenza.  La serenità disarmante di questo papa, unita ad una saggezza in cui si riconosce l’impronta culturale della formazione gesuita, lo rende la guida tanto attesa per dare forza al mondo e alla sua lesa umanità, che mai come ora ha bisogno di valori come la fratellanza, l’uguaglianza, la solidarietà. L’appartenenza al potere temporale rendono la sua rivoluzionaria apertura ai più complessi temi della modernità, tra i quali anche la questione omosessuale, un segnale molto importante.

Rispetto alla sua figura provo ammirazione ed empatia: nutro un profondo desiderio di incontrarlo per ringraziarlo, dal profondo della mia cattolica laicità, per l’impervio cammino che ha intrapreso per guidare questa difficile fase di transizione, per restituire fede e fiducia ai giovani, per iniziare a ricostruire dalle macerie che il consumismo ha disseminato nella nostra società, per farci ricominciare a credere che dalla crisi si esce insieme, tornando a sentirci una comunità.

Una comunità sotto la guida di una chiesa che, ad immagine di papa Francesco, torna ad incarnarsi nella sua pura essenzialità di simbolico ed insostituibile luogo dello spirito’.