Anna Paola Concia, che qualcuno ci ascolti!

Solo pochi giorni fa, Paola Concia aveva avuto modo di dichiarare in un articolo, a proposito delle nozze gay, ‘la legge non può aspettare’. Parole ovviamente condivisibili, che finalmente facevano ben sperare in un Pd allineato con la presa di coscienza a livello internazionale circa i diritti ai gay che ormai non possono più essere ignorati. Nemmeno in un paese omofobo, sessista e bigotto come la nostra Italia. Ebbene, le speranze in una sinistra propositiva, vengono smorzate dalle dichiarazioni comparse in un articolo di Arnaldo Sciarelli pubblicato sul quotidiano del Pd Europa. Sciarelli pone all’attenzione un argomento piuttosto controverso, dove la ‘controversia’ in questione fino ad ora è stata appannaggio quasi esclusivo delle frange politiche di destra. L’argomento di cui si parla è la famiglia e, più precisamente, il solerte Sciarelli cerca di ‘aprire gli occhi’ sulla questione del matrimonio gay e della famiglia che due persone dello stesso sesso possono generare. Dopo le dovute esternazioni in salsa diplomatica, del tipo “la sessualità è un fatto personale” –meno male che c’è Arnaldo Sciarelli a dircelo…-, il giornalista focalizza l’attenzione sui bambini e più precisamente sull’effetto che, l’avere due mamme o due papà, potrebbe avere sui bimbi e gli adolescenti: “La Concia immagina cosa accadrebbe in una scuola italiana ad un alunno, adottato ed anche figlio naturale, ufficialmente con due padri o due madri? E che influenza la derisione potrebbe avere sulla crescita del fanciullo, dell’adolescente? “. Insomma, come al solito siamo punto e a capo e, anche da chi dovrebbero arrivare proposte di apertura mentale (il Pd), arrivano ancora solo considerazioni inutili e scontate, dal retrogusto bigotto –un po’ alla Giovanardi, per intenderci-. Ma la vera riflessione che il buon Sciarelli –e degli altri come lui- dovrebbero invece porre all’attenzione è quella che ruota intorno alla possibilità di evoluzione sociale che, a partire dai bambini e dagli adolescenti, dovrebbe innescarsi. Un percorso virtuoso che solo un insegnamento alla tolleranza e all’apertura mentale potrebbe mettere in moto. Ma, fino a quando ci saranno degli Sciarelli in giro…

 

admin
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica